+90 542 234 00 34 [email protected]

Il tricologo: dermatologo specializzato nel cuoio capelluto

TRICOLOGO E CAPELLI

Il tricologo è un medico esperto di capelli. Quante volte capita di sentire domande del tipo:

Lavare i capelli tutti i giorni fa male? Se mi faccio una permanente posso favorire la caduta ai capelli? Come posso contrastare la perdita anomala di capelli?

Per rispondere a queste e a molte altre domande è utile rivolgersi al tricologo.

 

CHI È IL TRICOLOGO

Il tricologo è un dermatologo che si è specializzato nel trattamento dei capelli e del cuoio capelluto.

Il professionista in esame si occupa di tricologia: settore della medicina che analizza e studia le patologie e la fisiologia dei peli oltre che dei capelli.

I pazienti contattano il tricologo per constatare lo stato di saluti dei propri capelli. Infatti, molte persone affette da alopecia o dermatiti consultato questi specialisti per una soluzione soddisfacente.

Specificatamente, durante la visita tricologica vengono effettuati un esame video-dermatoscopico ed un tricogramma. Infine, l’esperto tricologo stabilisce una terapia farmacologica e/o locale per il ciclo di cura.

 

PERCHÉ FARE UN ESAME TRICOLOGICO

Sempre più persone ricorrono ad esami dal tricologo. I motivi che spingono uomini e donne di ogni genere a effettuare queste visite sono variegati. Ad esempio, un paziente che soffre di psoriasi può contattare il tricologo per guarire dalla malattia. Ulteriori casi possono riguardare l’alopecia androgenetica, l’alopecia areata e la dermatite seborroica.

Attraverso l’analisi approfondita della chioma, è possibile determinare anche inestetismi o iperidrosi. Il trattamento dal tricologo è anche utile a seguito della chemioterapia per idratare la cute e liberare i tappi cheratolitici.

Nella visita tricologica vengono analizzate le condizioni di salute del cuoio capelluto. Fattori come l’idratazione della cute, eccesso di secrezione di sebo ed equilibrio idrolitico sono presi in considerazione.

 

VISITA DAL TRICOLOGO: COSA SAPERE

È importante sapere che la visita tricologica è un esame non invasivo e soprattutto non doloroso.

Non esistono controindicazioni all’esame ma è bene seguire alcuni consigli.

Infatti, per garantire l’efficacia dei test e dei risultati non bisogna fare trattamenti cosmetici nei giorni precedenti. Per esempio, è meglio evitare schiume o lacche, stirature o permanenti.

Ma com’è strutturata la visita tricologica?

 

LA VISITA TRICOLOGICA

La visita dal tricologo si struttura solitamente in diversi esami. I più importanti sono:

TRICOGRAMMA

Il tricogramma è un esame che consente al tricologo di stabilire se i capelli del paziente sono in salute.

Durante il tricogramma sono prelevati dei capelli con uno strappo e analizzati al microscopio con luce polarizzata.

Inoltre, per avere dei risultati più affidabili, lo strappo avviene nella direzione in cui i capelli crescono. Altrimenti, le radici dei capelli potrebbero subire delle deformazioni e non essere utili ai test.

VIDEO-DERMATOSCOPIA

La video-dermatoscopia è un esame approfondito che permette al tricologo l’osservazione dei follicoli e della cute. Come suggerisce il nome, questo esame è realizzato attraverso una microcamera che monitora in diretta lo stato dei capelli. Di conseguenza, è possibile per il dermatologo analizzare insieme al paziente lo stato di salute del cuoio capelluto.

Tramite questo strumento è possibile rilevare le più comuni patologie dei capelli. Ad esempio, presenza di irritazioni, eczemi, desquamazioni o dermatiti.

PULL-TEST

Il pull-test consiste in una prova di trazione. Il tricologo, usando una pinza calibrata, valuta quanto i capelli siano robusti e resistenti.

WASH-TEST

Il wash test è un esame in cui il tricologo valuta quanti capelli del paziente cadono durante il lavaggio. Infatti questa prova permetta in una maniera non invasiva di capire se si è portati per la caduta dei capelli.

 

TERAPIE TRICOLOGICHE

Una volta conclusasi la visita dal tricologo, il professionista stabilisce la migliore cura per il paziente.

Esistono diverse cure che possono essere consigliate:

OSSEGENOTERAPIA TRICOLOGICA

Questa terapia consente di applicare ossigeno concentrato sui capelli del paziente per purificarne la cute. Inoltre, grazie alla presenza di una leggera pressione, è possibile ossigenare anche i tessuti cutanei più profondi.

MESOTERAPIA INTRADERMICA

Tramite questa cura è possibile eliminare i liquidi in eccesso e rigenerare la parte interessata dalle scorie. Di conseguenza, il cuoio capelluto migliora in termini di elasticità e tonicità, oltre a disintossicarsi dagli eccessi presenti.

LASER AI CAPELLI

Usando il laser ai capelli il tricologo può stimolare il metabolismo dei follicoli.

TERAPIA MEDICA

Il tricologo può decidere di prescrivere farmaci per il trattamento del paziente. Ad esempio, per la cura dell’alopecia androgenetica maschile il farmaco più prescritto è la finasteride. Per di più, il minoxidil permette di combattere la miniaturizzazione dei capelli e di stimolarne la crescita.

Dopo aver analizzato gli esami del sangue, vengono anche solitamente consigliati degli integratori multivitaminici.

TERAPIA GALENICA

Queste terapie permettono una personalizzazione di farmaci sulla base delle necessità del paziente. Infatti, i prodotti galenici vengono prodotti in laboratorio su richiesta del medico. In particolare, è possibile avere sia prodotti galenici per uso topico che orale.

ALTERNATIVE NATURALI

Le alternative naturali sono quelle sostanze che consentono un’attività antiandrogena. Esempi possono essere la serenoa repens e il the verde.

 

ESISTE ALTRO OLTRE LA TRICOLOGIA?

Esistono innumerevoli trattamenti cosmetici per la cura dei capelli e del cuoio capelluto.

È possibile ricorrere a trattamenti diversi da quelli del tricologo quando gli obiettivi non ricadono in quelli descritti fin qui. Tra le migliori alternative alla tricologia troviamo:

TRAPIANTO DI CAPELLI

Il trapianto di capelli è un intervento chirurgico che permette di prelevare e innestare delle unità follicolari da una parte all’altra del cuoio capelluto. Esistono diverse tecniche e molti medici in tutto il mondo che la fanno. La migliore sede dove fare un trapianto di capelli è la Turchia.

TRICOPIGMENTAZIONE

La tricopigmentazione è una tecnica di consente di mascherare la calvizie con depositi microscopici di pigmenti color cenere. Può essere reversibile o irreversibile, e permette sia l’effetto densità che l’effetto rasato. Tra le migliori cliniche di tricopigmentazione al mondo segnaliamo Beauty Medical di Milena Lardì, con sedi a Milano e Roma.

 

CONCLUSIONI

Il tricologo è un medico dermatologo specializzato nella cura dei capelli.

È utile rivolgersi al tricologo quando si hanno patologie del cuoio capelluto, come dermatite o alopecia.

Durante la visita tricologica diversi esami stabiliscono lo stato di salute dei capelli del paziente.

L’esperto tricologo determina la migliore terapia per il paziente specifico.

Esistono ulteriori soluzioni alla tricologia come il trapianto di capelli e la tricopigmentazione.

Chat with us