+90 542 234 00 34 [email protected]

Alopecia androgenetica: guida completa per conoscere il problema

L’alopecia androgenetica è la causa più frequente della perdita dei capelli, ma non l’unica come molti pensano. Si tende a fare confusione perché questa colpisce una percentuale molto elevata di soggetti di sesso maschile e anche femminile. Proprio per questo motivo è il caso di fare alcune precisazioni per capire cos’è l’alopecia androgenetica e per fare un po’ di chiarezza su come riuscire a combattere il fenomeno.

Perdere i capelli spaventa, così come spaventa l’idea di rimanere calvi. Bisogna, quindi, agire per tempo e il primo passo da fare è quello di scoprire le cause della caduta dei capelli, così da riuscire a trovare una soluzione mirata.

Alopecia androgenetica: cos’è e cause

Cos’è l’alopecia androgenetica? In materia ci sono diversi falsi miti, che devono essere sfatati. Si tende ad associare la calvizie con l’eredità da parte del nonno materno. Ma è effettivamente così? A dire il vero, no. Più che il nonno materno, si deve guardare la possibile calvizie di padre o fratello, parenti diretti, per capire il proprio destino.

Inoltre, si deve sapere che in questo processo entra in gioco il DHT, ossia il diidrotestosterone che è un derivato del testosterone che si crea a causa dell’operato dell’enzima 5-alfa reduttasi. Questo va a danneggiare il bulbo pilifero e, di conseguenza, anche il capello che non riesce più a ricrescere.

Quali sono le cause scatenanti dell’alopecia androgenetica? Dopo anni e anni di studio non si è ancora messo un punto alla questione, ma di sicuro una delle maggiori cause è la presenza del DHT. Non è, però, l’unica. Stress, ansia, cattive abitudini, fumo, alcool, disturbi psicologici e malattie di vario tipo: tutto può influire sulla caduta dei capelli e, pertanto, bisogna individuare la tipologia di alopecia per riuscire a curarla.

Cosa fare per curare l’alopecia androgenetica

In molti consigliano di inibire il DHT. Ma si tratta di un rimedio effettivamente efficace? La risposta è no. Inibire con dei medicinali questa molecola può avere delle controindicazioni che possono diventare anche abbastanza importanti. Da evitare, quindi.

Il consiglio è quello di chiedere come sempre supporto a un esperto del settore, in grado di individuare il problema e la soluzione allo stesso. Molto spesso si consiglia il Trapianto di capelli in Turchia. L’argomento è per molti ancora un tabù, ma così non dovrebbe essere. Sebbene si tenda a pensare che sia un qualcosa di doloroso e invasivo, si deve pensare che i tempi sono cambiati e le tecnologie si sono evolute, soprattutto nel nostro paese.

Affrontare la perdita dei capelli è una questione molto seria. Si tratta di un argomento che va trattato con le pinze ed è assolutamente necessario l’intervento di esperti che siano in grado di stabilire le cause scatenanti del problema e le eventuali soluzioni migliori per le proprie esigenze.

Si può agire su più fronti, quantomeno per cercare di arginare la situazione e rallentare il processo di perdita dei capelli che, come si può facilmente intuire, porta con sé non pochi problemi anche dal punto di vista psicologico e di accettazione della propria persona.

Chat with us